“Ci siamo fatti desiderare un po’ ma stiamo arrivando”: parola di Patrizio Rispo, alias Raffaele Giordano, personaggio cardine della storica soap di Rai Tre ‘Un posto al sole’ ancora sospesa nel limbo delle incognite determinate dall’emergenza coronavirus, ma adesso pronta a ricominciare con tutte le accortezze del caso.

Esattamente due mesi fa lo stop forzato delle riprese: “Anche per dare un esempio, non potevamo continuare”, spiegava a Today l’attore napoletano all’indomani della prima drastica serrata che bloccava in casa gli italiani, messi davanti ai primi approcci con una quotidianità ribaltata dalla paura verso un nemico tanto invisibile quanto pericoloso. Esaurite le puntate di magazzino, nella fascia oraria delle 20.40 circa - da 24 anni saldamente occupata dagli episodi di ‘Upas’ - sul terzo canale Rai sono trasmesse le repliche del 2012 tanto care ai fan più fedeli della serie tv. Ora, però, è tempo di pensare alla ripartenza. E in questa nuova fase che necessita di un adattamento delle consuete dinamiche alla convivenza con il virus, anche il piccolo mondo che ruota attorno al celebre Palazzo Palladini programma l’avvio delle riprese degli episodi.

'Un posto al sole', i programmi per la ripresa dei nuovi episodi

“Non vediamo l’ora di iniziare a lavorare. Ci auguriamo che avvenga i primi di giugno, la Rai e Fremantle (società che con Rai Fiction e il Centro di produzione Rai di Napoli produce la soap, ndr) sta facendo riunioni su riunioni per permetterci di farlo in sicurezza per iniziare le riprese, ma ancora non sappiamo niente. Sicuramente le misure di sicurezza saranno rigorosissime”, ci racconta Rispo, in questi giorni protagonista con tutti i suoi colleghi dello spin off ‘Un po’ sto a casa’ pensato proprio per descrivere il lento riavvicinamento alla normalità dei condomini del palazzo di Posillipo dopo settimane di lockdown. Scelta quanto mai calzante, in effetti, per una soap che quotidianamente è entrata nelle case degli italiani anche con temi di stretta attualità. “Abbiamo fatto queste pillole per Rai Play per restare in contatto con i fan che ci chiedevano di raccontare questo periodo. Ognuno gira la sua parte in casa propria, tranne me che vado in atrio giusto per mantenere vivo il ricordo del condominio”, spiega l’attore che assicura come le misure di precauzione previste sul set siano ferree: “Non si entra in Rai se non dopo aver preso la temperatura, si sta a distanza e sempre con le mascherine”.

Riprende, dunque, l’universo che compone il comparto dello spettacolo particolarmente sconvolto dalla pandemia. Con tutte le accortezze volte alla sicurezza dei lavoratori, ma riprende. E proprio a proposito delle misure contenute nell’ultimo Decreto Rilancio che fanno riferimento al settore, Patrizio Rispo esprime una certo ottimismo: “Siamo stati gli ultimi ma sono state prese misure importanti, perché alcuni attori non avevano accesso ai sussidi e si sta cercando di aiutare anche i più giovani meno fortunati”, il suo commento: “Insieme alla cultura e al turismo, lo spettacolo è tra le industrie più importanti d’Italia, è fondamentale, ha un indotto con numeri pazzeschi ed è un settore di lavoro non solo di divertimento, ma non sempre la cosa è capita”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.

Play

Replay

Play Replay Pausa

Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio

Indietro di 10 secondi

Avanti di 10 secondi

Spot

Attiva schermo intero Disattiva schermo intero

Skip

Attendi solo un istante

, dopo che avrai attivato javascript

...
Forse potrebbe interessarti

, dopo che avrai attivato javascript

...

Devi attivare javascript per riprodurre il video.

Qualcuno ha polemizzato sulla frase del Presidente del Consiglio Conte “La cultura, non dimentichiamo neppure questo settore, abbiamo un occhio di attenzione per i nostri artisti che ci fanno tanto divertire e ci fanno tanto appassionare”, ma Rispo non è tra loro: “Noi tocchiamo le emozioni e tra queste c’è anche il divertimento. Anzi, in questo periodo la gente voleva cose divertenti, per cui lo svago ci ha fatto bene”. Un periodo in cui l’assenza di ‘Un posto al sole’ si è fatta sentire, ma lo spirito giusto per recuperare il tempo perso c'è tutto. “Stiamo arrivando” è la promessa.

In Evidenza